Vuoi Assistere alla Messa di Papa Francesco a Santa Marta? Questo è quello che dovresti fare

Per -
Il Papa durante l'omelia a Santa Marta Foto: L'Osservatore Romano

Tutte le mattine, tranne in alcuni casi eccezionali, Papa Francesco celebra la Messa alle 7:00 della mattina nella cappella della Casa di Santa Marta, dove egli risiede.

Al termine della celebrazione, il Papa saluta una ad una le persone che vi hanno partecipato e dedica qualche minuto del suo tempo ad ognuna.

Ma come si fa a partecipare alla celebrazione presieduta dal Papa in persona? Nella cappella a malapena possono entrare 50 persone, quindi anche qui il numero di partecipanti è molto limitato.

Una parte è riservata alla diocesi di Roma, in quanto Francesco continua ad essere il vescovo della città, e l’altra parte invece viene riservata per le numerose richieste provenienti da tutto il mondo.

Questo è il motivo per cui il tempo per ricevere un permesso per partecipare alla Messa è di solito molto lungo.

La richiesta deve essere elaborata con l’invio di dati personali, quali il nome, cognome, indirizzo, tre numeri di telefono, il numero di persone che vogliono partecipare, e le ragioni specifiche per cui desidera partecipare alla Messa. Se possibile, dovremmo anche indicare la data in cui vorremmo partecipare.

La richiesta va inviata alla Segreteria di Sua Santità Francesco. Casa Santa Marta, 00120, Città del Vaticano.

Può anche essere inviata via fax al numero: +39 06.69885863.

Se la richiesta viene accettata, la Segreteria contatterò direttamente la persona. I fedeli dovranno presentarsi alle 6:30 della mattina nella residenza pontificia, insieme al resto del gruppo che parteciperà alla Messa.

Per via delle vacanze estive, Papa Francesco  durante i mesi di Luglio e Agosto non ha celebrato messa nella Cappella di Santa Marta. Le messe ricominceranno a metà Settembre, dipendendo dall’agenda del pontefice.

Questo è il motivo per cui a volte, durante l’anno, ci sono giorni in cui non celebra Messa.

Pubblicato da ACI Prensa 

Seguici!

Commenti

commenti