La misteriosa storia dietro la preghiera a San Michele Arcangelo

Lawrence OP, Flickr, CC BY-NC-ND 2.0

Esiste una vera battaglia spirituale attorno a noi. La nostra fede ci insegna che gli esseri umani non siamo le uniche creeature intelligneti fatte da Dio; Lui ha creato anche gli angeli e alcuni di essi si sono ribellati. Entrambe le parti continuano a lottare per le anime umane.

Una orazione popolare che fa riferimento esplicito a questa battaglie è l’Orazione a San Michele Arcangelo. Composta da Papa Leone XIII nel XIX Secolo. Esiste una versione ridotta che molti cattolici sappiamo a memoria e che una versione molto utilizzata anche durante gli esorcismi.

Quello che fa questa preghiera è particolarmente interessante per la ssotira che cela dietro.

Una mattina del 13 Ottobre del 1884, e dopo aver celebrato la Santa Messa, Papa Leone XIII alzò lo sguardo e vide qualcosa che gli provocò un certo orrore. Tornò in sé e si rinchiuse nel suo studio. Mezz’ora più tardi, mentre i suoi assistenti bussavano alla porta per capire se stesse bene, egli uscì portando con sé la preghiera che aveva appena composto: l’orazione a San Michele Arcangelo. Da quel giorno cominciò a recitare tale orazione con una certa frequenza.

Che cosa aveva visto per avergli ispirato tale preghiera? Alcune versioni della storia parlano di una visione di forze demoniaca che assediavano Roma. In altre invece, Leone XIII avrebbe ascoltato una conversazione tra Dio e satana, dove Dio permetteva a satana di scegliere un secolo dove satana avrebbe svolto il suo peggior lavoro. Quale secolo? Il XX secolo.

Dal 1930, vari articoli di pubblicazioni cattoliche hanno diffuse storie come queste. Sfortunatamente non sappiamo se siano del tutto vere, poiché la testimonianza più vicina di quanto accaduto a Leone XIII è stata pubblicata 45 anni dopo l’aver composto tale orazione. Nel 1950 ci fu un articolo pubblicato dove si menziona la testimonianza della segreteria personale di Papa Leone XIII, ma non è chiara la sua esattezza.

Comunque sia, sappiamo che per noi cattolici la preghiera continua ad essere una delle nostre armi per affrontare la battaglia spirituale interiore. Qundi continuamo a pregare!

Preghiera a San Michele Arcangelo

San Michele Arcangelo, difendici nella battaglia contro le insidie e la malvagitù del demonio e sii nostro aiuto.

Te lo chiediamo supplici che il Signore lo comandi.

E tu, principe della milizia celeste, con la potenza che ti viene da Dio, ricaccia nell’inferno Satana e gli altri spiriti maligni, che si aggirano per il mondo a perdizione della anime.

Amen.

 

Seguici!

Commenti

commenti