8 Bambini che sono diventati Santi

Credit Cathopic

Ami ChurchPOP?

Ricevi i nostri contenuti GRATIS ogni giorno sulla tua mail!

Tutti i battezzati sono chiamati alla Santità, indipendentemente dalla loro condizione o età. Ecco 8 Bambini che sono diventati Santi!

L’essenziale per raggiungere la Santità è accogliere questa grazia che ci viene proposta, distinguendosi per la propria testimonianza di fedeltà e amore a Dio!

Santi Francesco e Giacinta Marto

Insieme alla cugina Lucia, Francesco e Giacinta Marto, rispettivamente di 9 e 7 anni, hanno assistito alle apparizioni della Vergine Maria in Portogallo nel 1917. Francesco passava molto tempo davanti al Tabernacolo, mentre Giacinta andava a Messa ogni giorno. Sono morti a causa della bronco-polmonite.

San Domenico Savio

Dopo l’incontro con Don Bosco, è entrato nell’Oratorio di San Francesco di Sales a Torino. Il ragazzo si è distinto per la sua intensa vita spirituale, la gioia e la disponibilità ad aiutare gli altri. Diceva spesso: “Voglio essere santo!” A causa della sua salute cagionevole è morto il 9 marzo 1857, esclamando “che bella cosa vedo!”

San Jose Sanchez del Rio

Si è unito ai Cristeros, un gruppo armato di cattolici che hanno difeso la loro fede durante la persecuzione religiosa in Messico del XX secolo. I Cristeros non volevano accettarlo all’inizio perché era giovane, quindi si è unito a loro come portabandiera dell’immagine della Vergine di Guadalupe. “Joselito” aveva 14 anni quando i funzionari del governo di Plutarco Elías Calles l’hanno torturato e ucciso.

Santa Maria Goretti

A undici anni è stata accoltellata dal 19enne Alessandro Serenelli perché si è rifiutata di avere rapporti sessuali con lui. Prima di morire ha perdonato il suo assassino. Alessandro si è pentito e anni dopo ha testimoniato per la causa di beatificazione di Maria.

Santi Cristoforo, Antonio e Giovanni

Cristoforo ha conosciuto la fede grazie all’opera evangelizzatrice dei frati francescani. Ha lavorato per la conversione della sua famiglia, ma suo padre l’ha ucciso. Antonio e Giovanni hanno cercato di sradicare il culto degli idoli nella loro città di Tizatlán e nei villaggi vicini. Tuttavia, sono stati scoperti dagli abitanti di Cuautinchán, che li hanno picchiati a morte.

Approfondimento:

Aciprensa (Fonte)

In Messico una cappella dedicata ai bambini abortiti

Commenti

commenti

Nell'ambito di questo servizio gratuito, potrete ricevere occasionalmente delle nostre offerte da parte di EWTN News ed EWTN. Non commercializzeremo ne affitteremo le vostre informazioni a terzi e potrete disiscrivervi in qualsiasi momento.