Com’è composta la Gerarchia Angelica?

Photo Rolando Tobit on Cathopic

Non tutti gli angeli hanno le stesse funzioni e lo stesso aspetto. Ecco com’è composta la Gerarchia Angelica!

Il teologo Pseudo-Dionigi l’Areopagita ha descritto le differenze tra gli angeli nella sua opera De Coelesti Hierarchia.

La classificazione in tre gerarchie

Tutti gli angeli sono suddivisibili in tre categorie, a loro volta suddivise in altrettante sottocategorie. Il richiamo alla Trinità e al numero divino 9 è evidente. La differenza nell’appartenere ad una gerarchia o ad un’altra dipende soltanto dalle mansioni svolte.

Alla prima gerarchia appartengono i Serafini, i Cherubini e i Troni. Alla seconda le Dominazioni, le Virtù e le Potestà. Infine alla terza gerarchia i Principati, gli Arcangeli e gli Angeli. Dio si trova al centro delle nove schiere.

1. I Serafini

Sono immediatamente attorno a Dio, proteggono l’Empireo e cantano in eterno lodi al Signore. Il loro compito è ascoltare la Parola di Dio e intuirne il significato. Sono esseri mutevoli o di pura luce o di fuoco.

2. I Cherubini

Proteggono il cielo delle stelle fisse. Rielaborano le prime intuizioni dei Serafini per estrapolarne pensieri e riflessioni teologiche, ideologiche e filosofiche. Erano Cherubini i due angeli con spade fiammeggianti posti a guardia del giardino dell’Eden.

3. I Troni

Percepiscono i pensieri elaborati dai Cherubini per materializzarli, quindi attuarli. Essi sono i protettori del cielo di Saturno e gli attuatori materiali del pensiero di Dio.

4. Le Dominazioni

Gestiscono il lavoro e le mansioni delle schiere angeliche più esterne. Prendono ordini direttamente dai Serafini e da Dio stesso. Si limitano a osservare e intervenire solo in caso di bisogno. Proteggono, inoltre, il cielo di Giove. Il loro esercito sarà quello che seminerà morte e distruzione alla fine dei tempi.

5. Le Virtù

Proteggono piccoli gruppi di persone e ispirano loro pensieri di arte e filosofia. Proteggono il cielo di Marte e presiedono ai grandi cambiamenti della storia.

6. Le Potestà

Proteggono il cielo del Sole e sono i custodi della storia. Ispirano tutta la sapienza, la filosofia e l’ideologia umana. Hanno poi il compito di scegliere chi governerà sulla Terra. Le Potestà si suddividono in altre due sottocategorie. Le potestà vere e proprie che pensano e creano le ideologie e i pensieri, e le Autorità che li codificano e trascrivono.

7. I Principati

Proteggono il cielo di Venere. Sovraintendono all’operato di Angeli e Arcangeli e sono custodi di tutto ciò che avviene sulla Terra. Sono guardiani degli stati, della storia, della politica, dell’agricoltura, del commercio, dell’attività militare e della pace.

8. Gli Arcangeli

Sono i più grandi amministratori e consiglieri della corte angelica. Proteggono il cielo di Mercurio e tutto il Creato. Molti degli arcangeli sono Serafini e Cherubini a cui, proprio per la loro potenza e per la fiducia che Dio nutre in loro, è stata assegnata questa mansione delicata. Michele, Gabriele e Raffaele infatti sono anche Serafini.

9. Gli Angeli

Proteggono il cielo più vicino alla Terra, ovvero il cielo della Luna. In particolare proteggono tutto il genere umano e sono i messaggeri di Dio. Gli angeli custodi, guidati dall’Arcangelo Raffaele, appartengono a questa schiera.

Com’è composta la Gerarchia Angelica?

Commenti

commenti