Il Gran Miracolo del Mercoledì delle Ceneri del 1218

San Domenico. Credit: Public Domain

Il mercoledì delle ceneri è una delle festività cattoliche più popolari dell’intero anno liturgico. Tutti i fedeli si riuniscono per ricevere le ceneri e pianificano ciò che offriranno a Dio durante la Quaresima.

Ma 8 secoli fa, uno straordinario miracolo avvenne a uno dei più grandi santi della Chiesa.

Durante il mercoledì delle ceneri del 1218, San Domenico stava discutendo con alcuni cardinali su alcune questioni amministrative. Improvvisamente, un uomo bussò alla porta. Secondo il Butler’s Lives of Saints , che racconta questa storia, quell’uomo “si strappò le vesti mentre piangeva e gridava”. Questo perché portava cattive notizie: il nipote di uno degli attuali cardinali era stato gettato da cavallo e assassinato.

All’inizio, tutti tacquero e il cardinale cadde in un profondo dolore. San Domenico cercò di offrire alcune parole di consolazione, ma non ebbe l’effetto sperato.

Dopo aver riflettuto su questo, San Domenico ordinò che il corpo del morto venisse ritrovato e che si preparasse una messa in una chiesa vicina.

Durante la messa, San Domenico versò “un mare di lacrime”. Subito dopo, durante la Consacrazione, accadde qualcosa di incredibile (oltre alla Transustanziazione, naturalmente!): Mentre San Domenico sollevò il Corpo e il Sangue di Cristo, cadde in estasi e iniziò a levitare . Tutti i presenti videro il miracolo.

Terminata la messa, San Domenico chiese che tutti si riunissero attorno al cadavere. Si inginocchiò e pregò in silenzio per un po ‘di tempo. Di nuovo, iniziò a levitare e proclamò ad alta voce: “Ti dico, nel nome di nostro Signore Gesù Cristo, alzati!”.

Per la grazia di Dio, e dinanzi a tutti i presenti, il morto tornò in vita e si alzò completamente illeso .

La notizia del miracolo si diffuse rapidamente. La città, la chiesa locale e persino il Pontefice stesso, tutti celebrarono la notizia e lodarono Dio.

Conosci qualche altro miracolo accaduto durante la Quaresima? Scrivilo nei commenti.

Commenti

commenti