Pilota di Formula 1 celebra la vittoria mostrando la Croce in un paese musulmano

Lewis Hamilton, pilota britannico di Formula 1, ha vinto l’ultima gara del Grand Prix del 2018 ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti.

In piena celebrazione, ha avuto un gesto che ha generato una grande polemica, diventando virale attraverso le reti: si è tolto la giacca e ha mostrato i tatuaggi sulla schiena.

Il gesto ha generato una violenta polemica nel paese musulmano perchè il pilota britannico ha voluto celebrare la vittoria della gara esponendo a tutti l’enorme croce tatuata sulla sua schiena.

 Hamilton ha successivamente spiegato in un’intervista che quello che voleva mostrare era la parola “Still Rise”, parola che si trova in proprio sopra la famigerata croce.

Si è tatuato queste parole perché è il titolo di una poesia di Maya Angelou che lo ha colpito molto.

Ma la ragione principale per cui ha mostrato il simbolo cristiano è stato rendere omaggio a Billy Monger, un pilota di 19 anni che ha perso entrambe le gambe in un incidente stradale nel 2017.

In altre interviste si è proclamato apertamente cristiano . Ha anche rivelato che in diversi momenti della giornata si dedica alla preghiera. Parla con Dio ogni volta che può, specialmente prima dei pasti.

In un’occasione ha detto: “Mi sono svegliato e sono andato in chiesa, poi sono andato a un incontro che ho avuto. Anche, una volta ho dovuto incontrare alcuni amici; Ho incontrato loro, abbiamo fatto colazione e poi siamo andati in chiesa insieme. “

In un’altra intervista ha dichiarato: “Dio ha la sua mano su di me”, il che significa che si sente protetto da Lui.

Ecco il momento in cui Lewis Hamilton mostra la croce:

Commenti

commenti