Coronavirus, 6 consigli per vivere al meglio le messe in streaming

La quarantena e l’isolamento forzato di questi giorni dovuto all’emergenza Coronavirus possono rivelarsi una opportunità per vivere al meglio le centinaia di messe quotidiane ritrasmesse online da parrocchie, movimenti, ecc.

Grazie alla pagina Opus Dei Italia ecco alcuni consigli che possono aiutarci a seguire con maggiore devozione la Santa Messa in streaming online.

1) Meglio non seguire la Messa da solo

Proprio perché le messe sono comunitarie è meglio seguire e ascoltare la messa in famiglia, con vostra moglie, i vostri figli. Per questo è bene scegliere il miglior orario che vada bene per tutti e trasformare questi momenti della giornata in una occasione in più per condividere una attività di famiglia assieme.

2) Curare la scenografia

La Messa è il regalo più bello che Dio può farci e allora perchè non curare la coreografia? Puoi mettere una croce, una immagine della Madonna o una candela profumata vicino alla televisione o al tuo computer per riuscire a immedesimarsi meglio nel momento che stiamo vivendo. I sensi sono importanti!

3) Cura il vestiario

Cura come ti vesti. Cerchiamo di vestirci bene per la Messa, così come facevamo ogni Domenica. Riserva il pigiama per dormire e la tuta per fare sport. Stai partecipando a un banchetto celeste!

4) Segui la Messa come se fossi in Chiesa

Alzati quando è il momento della lettura del Vangelo, mettiti in ginocchio quando è il momento della Consacrazione. Insomma, i gesti sono importanti. Ricorda che si può pregare anche col corpo!

5) La Comunione Spirituale

Al momento della comunione recita una comunione spirituale: sono tanti i santi che ne hanno scritta una. Basta fare una piccola ricerca su Google e il gioco è fatto. Anche se non puoi ricevere la Comunione puoi dire al Signore quanto ti manca!

6) Non avere fretta

Non avere fretta: la Messa ha un valore incredibile e proprio in questi momenti sono molte le cose per le quali pregare. Dopo la Messa fermati per alcuni momenti per pregare Dio per tutti i defunti, i malati, il personale sanitario, il governo e, naturalmente, per la Chiesa, il Papa, per i nostri vescovi, la nostra parrocchia. Ricorda: la Santa Messa è il momento migliore per chiedere a Dio quello che desideri.

Articolo originalmente pubblicato sulla pagina Opus Dei Italia.

Commenti

commenti