Da Ingegnere elettronico e assessore PD al Convento di Clausura: la storia di Simona

Dio ne ha combinata di nuovo una delle sue, delle belle però! Perché cosa c’è di più gioioso che scoprire la propria vocazione nella vita, sentendosi veramente liberi di rinunciare a tutto pur di seguire Gesù?

Forse non è cosa da tutti i giorni che un assessora del Partito Democratico in Sardegna decida di farsi suora di clausura in Romagna. No, non è una fiction. Stiamo parlando di una persona in carne ed ossa: Simona Ibba.

38 anni, un curriculum di tutto rispetto, dove spicca un ruolo da assessora in Sardegna e che per mestiere fa l’ingegnere elettronico. Ne da notizia il giornale Unione Sarda, e da lì il tram tram mediatico che per una volta raccoglie una bella testimonianza di conversione. E che conversione!

Oggi Simona Ibba si trova nel riminese, precisamente nel convento di Pennabilli, come ha confermato don Francesco, sacerdote della chiesa della Beata Vergine Assunta, dove Simona, dallo scorso Luglio, quando rassegnò le dimissioni da assessora per “motivi personali”, si trova per completare il suo percorso da suora. Dopo aver concluso il noviziato, infatti, la 38enne sarda si unirà alle monache agostiniane di Pennabilli.

“La notizia è motivo di gioia per tutti e fa passare in secondo piano il dispiacere iniziale delle sue dimissioni” ha spiegato il sindaco, sottolineando: “In questi anni, Simona si è distinta per le qualità umane e la bontà d’animo. Ha svolto attività sociale al fianco della gente, dei più deboli, e ora continuerà a farlo in un altro modo, ma sempre in coerenza con il suo percorso di vita che ha orientato l’attuale scelta e definisce il vero animo di una persona per me straordinaria”.

Insomma Dio ne fa delle belle. La chiamata è sempre lì in attesa di una nostra risposta: così è stato per Simona Ibba, per la quale vi chiediamo di pregare, perché la sua nuova vita porti i suoi frutti.

 

Commenti

commenti