Dal Basket al Convento: ESPN racconta la storia di Suor Rose

ESPN, YouTube / ChurchPOP

Shelly Pennefather, ex star del basket femminile all’Università di Villanova, in Pennsylvania, negli Stati Uniti, ha rinunciato alla sua vita sportiva e alla sua ricchezza per diventare una suora di clausura nel 1994.

Il tutto documentato dal famoso canale sportivo ESPN, che di recente ne ha raccontato la storia, perché Shelly era considerata una delle cinque migliori rookie dei licei statunitensi (rookie è un termine per indicare i giocatori che militano nelle varie leghe per il primo anno, cioè gli esordienti).

Shelly nella sua carriera da cestista ha confezionato anche un record: è stata la giocatrice che ha totalizzato più punti nella storia della Università di Villanova, record che vale anche per la squadra maschile di basket. Dopo l’Università Shelly si è trasferita nella lega giapponese di basket. 

Durante gli anni trascorsi in Giappone a giocare a pallacanestro, fece “un accordo con Dio”. L’accordo consisteva che se fosse riuscita a far risalire la squadra dalle ultime posizioni e raggiungere i playoff “avrebbe donato parte del suo tempo e dei suoi bonus stagionali al convento di Madre Teresa in Pennsylvania” racconta Robin Roberts a ESPN.

Quattro anni dopo, nel 1991, con uno stipendio annuo di $ 200.000, ha risposto alla Sua chiamata rinunciando alla vita da cestista. A 25 anni, ha rinunciato a un contratto che l’ avrebbe resa “uno delle giocatrici di basket più ricche del mondo”.

Monaca di clausura

Pennefather ora vive come suora di clausura nel Monastero delle Clarisse di Alessandria, in Virginia, negli Stati Uniti, e può abbracciare fisicamente la sua famiglia e i suoi amici solo ogni 25 anni.

Therese, la sorella di Pennefather, disse che quando sua sorella le raccontò della sua decisione di diventare una suora di chiusura, “pianse tutta la notte”, perché sapeva che non avrebbe più rivisto sua sorella per molto tempo. Lei dice “è stato davvero difficile”.

Nel 1994, Pennefather divenne suor Rose Marie della regina degli angeli. Ha abbracciato la sua famiglia per l’ultima volta poco tempo fa, quando la sua famiglia e i suoi amici si sono incontrati il ​​9 giugno 2019.

Sacrificio familiare a Dio

“Quando siamo tornati dal lasciare suor Rose al convento, e siamo tornati a casa, aveva lasciato un biglietto per la mamma, e abbiamo trovato la mamma seduta e piangere”, dice Therese Pennefather.

“Penso che alla mamma sia stato chiesto di fare un sacrificio molto più difficile. Ha dovuto rinunciare al diritto di essere una presenza quotidiana nella vita di sua figlia “, ha detto Therese.

Da allora, sua madre, Mary Jane Pennefather, “ha tenuto una candela accesa in casa pregando che questo giorno finalmente arrivasse”.

Commenti

commenti