È in Spagna il 1° Corpo Iperrealistico di Cristo basato sulla Sacra Sindone

Credit Twitter

Ami ChurchPOP?

Ricevi i nostri contenuti GRATIS ogni giorno sulla tua mail!

È in Spagna il 1° Corpo Iperrealistico di Cristo basato sulla Sacra Sindone! Il Duomo di Salamanca ospita la Mostra della 1° ricostruzione iperrealistica del corpo di Cristo sulla base di dati scientifici ricavati dalla Sindone di Torino.

L’impressionante scultura è realizzata in lattice e silicone e pesa circa 75 chili. La postura è quella del rigor mortis che il corpo di Cristo ha dovuto subire: gambe leggermente piegate, mani incrociate all’altezza del pube. L’intero corpo è visibile, compresa la circoncisione. I capelli utilizzati sono umani e anche i peli sono presenti su tutto il corpo, dai piedi alla testa, con un realismo che non tralascia un dettaglio. Infatti, quando ci si avvicina alla figura si possono osservare i pori della pelle, le lentiggini, le ciglia e le sopracciglia.

È in Spagna il 1° Corpo Iperrealistico di Cristo basato sulla Sacra Sindone

La schiena è leggermente rialzata. Si notano in questo modo le lacerazioni sulla testa causate dalla corona di spine e i lividi sulle spalle dovuti al carico della croce.

Sulla pelle si possono notare le ferite causate dalla flagellazione, nonché quella tra la quinta e la sesta costola a destra. Il naso è rotto e l’occhio destro contuso. Monsignor Retama ha affermato che questa rappresentazione non implica un “conflitto teologico” perché il Mistero si è fatto carne.

La mostra ha inoltre un’interessante parte preliminare che contestualizza lo spettatore sulla realtà della flagellazione e crocifissione di Gesù, e delle indagini sulla Sacra Sindone. Il curatore, Álvaro Blanco, che ha dedicato oltre 15 anni alla ricerca, ha confessato che al momento di vedere il corpo finito era convinto di “essere davanti a Gesù, davanti all’immagine del corpo di Gesù di Nazaret”.

In Cammino verso la GMG e il Giubileo 2025

“Nei prossimi 20 anni vogliamo andare nei templi di tutto il mondo” ha affermato il direttore esecutivo, Francisco Moya, che non nasconde il desiderio di essere presente sia alla Giornata Mondiale della Gioventù a Lisbona nell’agosto 2023, che a Roma per il Giubileo del 2025.

Approfondimento:

Church Pop (Fonte)

La Sacra Sindone è Immagine di “un Vivo che si alza”

Commenti

commenti

Nell'ambito di questo servizio gratuito, potrete ricevere occasionalmente delle nostre offerte da parte di EWTN News ed EWTN. Non commercializzeremo ne affitteremo le vostre informazioni a terzi e potrete disiscrivervi in qualsiasi momento.