Quando la Madre di Andrea Bocelli si Rifiutò di Abortirlo

Andrea Bocelli / Foto: Facebook Andrea Bocelli

La madre del famoso tenore italiano Andrea Bocelli ha rivelato in un’intervista televisiva che quando era incinta, i medici  le consigliarono di abortire suo figlio perché sarebbe nato con una malattia congenita. Ma lei, grazie a Dio, rifiutò.

Nel programma Domenica In, trasmesso sul canale italiano Rai1, Edi Aringhieri, ha dichiarato che “mi recai in ospedale a causa di alcuni gravi problemi con la pancia”.

“Ricordo quando (i medici) mi hanno detto: abortisci, tuo figlio sarà cieco. Mi hanno detto che sarebbe nato con una malattia congenita che lo avrebbe portato a perdere la vista. Mi hanno consigliato di abortire, ma non l’ho fatto “, ha detto.

“Volevo raccontare questa storia per dare forza alle famiglie che affrontano situazioni simili a quella che io e la mia famiglia abbiamo vissuto“.

Il programma ha anche mostrato il video in cui Andrea racconta la storia di come la madre è stata ricoverata per “un semplice attacco di appendicite” e che “questo giovane moglie coraggiosa ha deciso di non abortire, e il bambino è nato (…). Posso dire che la decisione è stata giusta. ”

Dopo aver visto suo figlio raccontare la sua testimonianza, Edi Aringhieri ha detto che a causa di quella storia “non potete immaginare quanto mi amino le donne americane” e scherza dicendo che “mi fa tanta pubblicità”.

Ha spiegato che “Andrea è nato con un glaucoma”, una malattia che causa una progressiva perdita della vista. Quando ero bambino “mi dicevano tutti: il bulbo oculare cresce. Ricordo che non sopportava la luce del sole e aveva molti mal di testa “, ha ricordato.

La madre del tenore ha detto che in un ospedale di Torino suo figlio “ha incontrato un uomo russo che era un grande amante della musica sinfonica, che ascoltava ogni giorno durante la sua guarigione”.

“Fu allora che Andrea si rese conto di essersi innamorato di questo genere, scordandosi di trovarsi ancora in una clinica. Non si ricordava più che stava facendo un trattamento, era affascinato dalla musica “, ha raccontato.

Andrea Bocelli ha perso completamente la vista all’età di 12 anni dopo aver ricevuto un colpo alla testa durante una partita di calcio.

In un’intervista con il quotidiano Il Foglio, il tenore ha detto: “Con la mia convinzione personale, da fervente cattolico, non sono soltanto contro contro qualcosa, ma mi batto per qualcosa e sono a favore della vita”.

Essendo un cantante di fama mondiale, Bocelli ha tenuto concerti in luoghi ed eventi cattolici come la Sagrada Familia in Spagna, presso il Santuario Nazionale di Aparecida in Brasile, in Vaticano e durante l’Incontro Mondiale delle Famiglie tenutosi negli Stati Uniti nel 2015.

Seguici!

Commenti

commenti