Papa Francesco in sedia a rotelle: “Non temete la vostra vulnerabilità”

Photo Daniel Ibáñez - EWTN

Ami ChurchPOP?

Ricevi i nostri contenuti GRATIS ogni giorno sulla tua mail!

Papa Francesco in sedia a rotelle: “Non temete la vostra vulnerabilità”! Oggi il Santo Padre è apparso su una sedia a rotelle all’Assemblea plenaria dell’Unione Internazionale delle Superiore Generali.

Oggi, giovedì 5 maggio, Papa Francesco è apparso, in Aula Paolo VI, su una sedia a rotelle. Questo per la prima volta da quando ha subito un intervento chirurgico al colon nel luglio 2021. Il Papa ha incontrato così le 900 partecipanti all’Assemblea plenaria dell’Unione Internazionale delle Superiore Generali (UISG). In questi giorni l’Assemblea si è riunita sul tema: “Abbracciare la vulnerabilità nel cammino sinodale”.

Lunedì scorso il Papa è stato operato per la rottura dei legamenti del ginocchio e recentemente in un’intervista ha spiegato che si sarebbe sottoposto a una procedura medica minore, “un intervento con infiltrazioni”, per fornire un po’ di sollievo. Durante le sue ultime apparizioni pubbliche si è scusato per non essere riuscito ad alzarsi dalla sedia e negli ultimi giorni il suo programma ha subito diverse modifiche a causa del dolore al ginocchio, che gli impedisce da tempo di camminare normalmente. Al termine dell’Udienza generale di ieri ha avuto bisogno di aiuto per alzarsi dalla sedia.

Papa Francesco in sedia a rotelle: “Non temete la vostra vulnerabilità”

Nel testo consegnato alle suore il Papa afferma: “La Chiesa impara dal suo Maestro che, per poter dare la vita, servendo gli altri, è invitata a riconoscere e ad accogliere la sua fragilità e, da lì, a inchinarsi dinanzi alla fragilità dell’altro”. Ma “abbassarsi non è ripiegarsi sulle proprie ferite e incoerenze, bensì apre alla relazione, a uno scambio che rende degni e guarisce, come nel caso di Pietro, e dal quale parte un nuovo cammino con Gesù”.

Infine vi è un riferimento al Sinodo: “È un’opportunità per ascoltarsi le une le altre, per incoraggiarsi a vicenda a parlare con parresia, per farsi domande sugli elementi essenziali della vita religiosa oggi. Anche per lasciar emergere domande scomode. Non temete la vostra vulnerabilità, non abbiate paura di presentarla a Gesù”.

Approfondimento:

Acistampa (Fonte)

Aciprensa (Fonte)

Papa Francesco “Io prima devo andare a Mosca, prima devo incontrare Putin”

Commenti

commenti

Nell'ambito di questo servizio gratuito, potrete ricevere occasionalmente delle nostre offerte da parte di EWTN News ed EWTN. Non commercializzeremo ne affitteremo le vostre informazioni a terzi e potrete disiscrivervi in qualsiasi momento.