Sant’Ignazio di Loyola il fondatore dei Gesuiti

Photo Wikimedia

Sant’Ignazio di Loyola, il fondatore dei Gesuiti, con il discernimento descritto negli Esercizi spirituali, ha guidato le anime alla scoperta della gloria di Dio nella propria vita

Ignazio di Loyola è stato un uomo costantemente alla ricerca di Dio. E’ partito dalla constatazione della propria esistenza e dal discernimento degli spiriti.

Il discernimento e gli Esercizi Spirituali

Discernere significa saper decidere, guardando all’equilibrio dei piatti di una bilancia, per l’avvento del Regno dei cieli. Gli Esercizi spirituali è un testo scritto proprio dal Santo che raccoglie il percorso cosi descritto. Il libro è stato poi continuamente arricchito, con ulteriori annotazioni, durante tutto il percorso della vita di Ignazio.

La funzione degli Esercizi

La funzione può essere varia: dalla scelta sullo stato di vita ad una fondante per l’esistenza, purché su tutto trionfi la maggior gloria di Dio, non l’uomo.

Scegliere consiste nell’ascoltare le mozioni interiori, evitando quelli che Ignazio chiama gli attaccamenti disordinati, ovvero quelle realtà che possono sviare il cammino.

È perciò necessario renderci liberi rispetto a tutte le cose create, in tutto quello che è lasciato al nostro libero arbitrio e non gli è proibito; in modo che, da parte nostra, non vogliamo più salute che malattia, ricchezza che povertà, onore che disonore, vita lunga che breve, e così via in tutto il resto; solamente desiderando e scegliendo quello che più ci conduce al fine per cui siamo creati” ha scritto Sant’Ignazio nel Principio e Fondamento.

Il metodo degli Esercizi

Il metodo consiste, dopo aver sgombrato il campo da ogni cosa che non è Dio, nel valutare le varie opzioni sui cui porre in essere una decisione.

E’ necessario poi farsi indifferenti ad ogni possibilità, per poter esser liberi di valutare, ascoltando le mozioni interiori di consolazione e desolazione, e chiedendo al Padre di muovere la volontà verso la direzione che riterrà migliore.

Alla base di ogni scelta, devono esserci sempre, i principi della dottrina cattolica, il Catechismo e i documenti del Magistero della Chiesa, essendo il Vangelo il cuore di ogni scelta per il domani dell’eserciziante.

Non ci sarà una risposta uguale per tutti, ma il fine, ovvero la lode di Dio, rappresenterà il denominatore comune di tutte le decisioni.

L’ultima tappa è chiedere al Padre, mediante la preghiera, la forza di mettere in atto quanto compreso. Il percorso non è un atto intellettivo, ma un’invocazione al Padre, per portare il Vangelo nella propria vita.

Sant’Ignazio di Loyola il fondatore dei Gesuiti

AciStampa (Fonte)

Scienziati scoprono che gli Esercizi Spirituali di Sant’Ignazio migliorano la Nostra Salute

Commenti

commenti