Vi siete mai chiesti perchè il Sacerdote Bacia l’Altare? Ecco il motivo

Vatican Media- Papa Francesco

L’usanza liturgica è una delle più antiche, risalente al IV secolo.

Prima di celebrare ogni Messa, il sacerdote (e il diacono) si avvicinano all’altare e lo baciano. Per alcuni questa pratica sembra piuttosto strana, poiché gli altari sono oggetti materiali di pietra o legno e non sembrano giustificare alcuna particolare riverenza.

Qual è il significato di questa antica usanza?

Baciare oggetti sacri e sacri ha fatto parte di varie religioni del mondo per migliaia di anni. La pratica viene da culture in cui il bacio è stato visto come un segno di rispetto o usato come un saluto ed è stato naturalmente applicato agli oggetti che rappresentavano il divino.

Al di fuori del culto pagano crebbe anche una tradizione in alcune culture di baciare la tavola in occasioni speciali.

Quando i cristiani svilupparono la liturgia, adattarono i costumi alla loro cultura e diedero loro un nuovo significato. Baciare l’altare era uno di loro ed è stato subito inserito tra le azioni del sacerdote durante la messa.

L’altare diviene importante poiché il Santo Sacrificio della Messa si celebra su di esso. È stato messo da parte per questo scopo e il vescovo lo consacra quando viene installato in una nuova chiesa. La cerimonia della consacrazione imita in qualche modo il battesimo di un nuovo cristiano, poiché il vescovo usa gli oli sacri per benedire l’altare e lo ricopre con una veste bianca dopo che le preghiere sono state recitate.

Baciare l’altare può quindi essere visto come un omaggio al ruolo speciale che esso ha nella liturgia e alla consacrazione che è stata data dal vescovo.

Simbolicamente si dice che l’altare rappresenti Gesù Cristo, la “pietra angolare” della Chiesa (cfr Efesini 2:20). Durante la storia della liturgia il prete a volte baciava l’altare prima di benedire il popolo, simboleggiando come la benedizione proveniva da Dio, non dal sacerdote.

Inoltre, nel tempo le reliquie dei santi furono inserite nell’altare e quando il prete baciava l’altare, stava baciando anche le reliquie.

Quindi, sebbene è vero che gli altari sono oggetti materiali, sono stati messi da parte per un fine specifico e il bacio dell’altare riconosce il suo fondamentale ruolo e il suo rapporto con il sacrificio divino di Gesù Cristo.

Commenti

commenti