Coronavirus, ostensione straordinaria della Sacra Sindone per Pasqua

Papa Francesco davanti alla Sindone Foto: Vatican Media

Nel “giorno della Sindone”, il Sabato Santo, l’Arcivescovo di Torino, Mons. Nosiglia, ha disposto che la Sacra Sindone venga esposta e si dedichi un momento di preghiera e contemplazione che verrà trasmessa in diretta televisiva e social.

Quando?

Lo straordinario evento sarà il prossimo sabato 11 aprile alle ore 17, dove Mons. Nosiglia guiderà dalla Cattedrale di Torino una liturgia di preghiera e contemplazione.

Il messaggio di Monsignor Nosiglia, custode pontificio del Telo

«Migliaia e migliaia di persone, giovani e anziani, sani e malati – ha detto monsignor Nosiglia – mi hanno chiesto che in questo momento di tanto grave difficoltà  si possa pregare nella settimana santa davanti alla Sindone  per impetrare davanti all’immagine di Cristo morto e risorto che il sacro Telo ci presenta in modo così concreto, per chiedere a lui la grazia di vincere il male come lui ha fatto sulla croce, confidando nella bontà e misericordia di Dio».

«Assicuro a tutti che la realizzeremo il Sabato Santo dalle ore 17 io  presiederò una  lunga preghiera davanti alla Sindone grazie alla televisione e ai social. E cosi questo tempo di contemplazione renderà disponibile a tutti, nel mondo intero, l’immagine del Sacro Telo che ci ricorda la passione e morte del Signore ma che apre anche il nostro cuore alla fede nella resurrezione».

Non si tratterà di una ostensione come quelle del passato

La Sindone rimane nella teca in cui è custodita normalmente ma sarà possibile contemplarla attraverso le immagini televisive.

Commenti

commenti