Due Fratelli Gemelli sono ordinati Sacerdoti in Portogallo

Photo Agência Ecclesia

Ami ChurchPOP?

Ricevi i nostri contenuti GRATIS ogni giorno sulla tua mail!

Due Fratelli Gemelli sono ordinati Sacerdoti in Portogallo! Afonso e Pedro Sousa hanno 24 anni e da oggi condividono ufficialmente la stessa vocazione!

I due fratelli innanzitutto riconoscono l’importanza della famiglia nella formazione cattolica. “Il primo seminario è stato la famiglia”, ha detto all’Agenzia Ecclesia della Conferenza episcopale portoghese (CEP) Pedro Sousa, il primo ad entrare in seminario all’età di 14 anni.

Afonso ha detto che sono nati in una “famiglia cristiana”, che è stata “la base per la costruzione della nostra Chiesa domestica”. “Là abbiamo avuto la prima Chiesa. Pedro ed io abbiamo imparato a pregare con i nostri genitori”. Con loro e le due sorelle hanno avuto “le prime esperienze di vita nella Chiesa”. I gemelli giocavano a celebrare la Messa e Pedro aveva detto fin dall’infanzia di voler fare il prete.

Due Fratelli Gemelli sono ordinati Sacerdoti in Portogallo

“Non ho fatto il discernimento per Afonso, né Afonso per me, ognuno è andato per la sua strada senza voler bloccare l’altro”, ha detto Pedro in un’intervista a Rádio Renascença. I fratelli hanno anche sottolineato che, in seminario, hanno cercato di dimostrare di essere indipendenti l’uno dall’altro.

Pedro ha dichiarato che “in questo cammino vocazionale le rinunce non sono solo un ‘no’. Dico ‘sì’ ad altre cose”. Ha citato, ad esempio, il fatto che i preti non possono sposarsi. Secondo lui, questo “equivale alla grazia di poter vivere come Gesù, con l’amore che è per tutti. È fondamentale parlarne perché è relazionale e ci costruisce come persone; non si può dire che il sacerdote abbia perso il suo affetto, l’ha guadagnato in un altro modo. Abbiamo rinunciato al rapporto coniugale per donarci con disponibilità alla Chiesa”.

I neo sacerdoti sperano che la Giornata Mondiale della Gioventù che si svolgerà a Lisbona nel 2023 aiuti altri giovani a scoprire le proprie vocazioni. Secondo loro, “il Signore continua a chiamare con la stessa intensità”. Ma ciò che spesso manca è “un ambiente che consenta di rispondere”.

“Se i genitori non raccontano ai figli la bella esperienza di partecipare alla Messa, se i catechisti non parlano dell’importanza dell’incontro con Gesù, se il sacerdote non chiama, allora non è facile. Il metodo con cui siamo stati chiamati, Pedro ed io, ha più di 2mila anni di garanzia! È il metodo con cui Dio ha chiamato gli apostoli” ha concluso Afonso.

Approfondimento:

Acidigital (Fonte)

Padre e figlio hanno la stessa vocazione: il sacerdozio!

Commenti

commenti

Nell'ambito di questo servizio gratuito, potrete ricevere occasionalmente delle nostre offerte da parte di EWTN News ed EWTN. Non commercializzeremo ne affitteremo le vostre informazioni a terzi e potrete disiscrivervi in qualsiasi momento.