Guida Pratica alla Confessione

Photo Cathopic

Ami ChurchPOP?

Ricevi i nostri contenuti GRATIS ogni giorno sulla tua mail!

Se hai intenzione di ricevere il Sacramento della Penitenza durante questa Settimana Santa, ecco per te la Guida Pratica alla Confessione!

Dio ti perdona sempre! Le uniche condizioni per ottenere da Dio il perdono sono un sincero pentimento per i peccati commessi e il fermo proposito di cambiare condotta di vita.

Come fare l’Esame di Coscienza per la Confessione

Innanzitutto potresti partire con questi quesiti preliminari:

  • Da quanto tempo non mi confesso?
  • Nelle confessioni passate ho mai nascosto volutamente qualche peccato mortale?
  • Da quanto tempo non ricevo l’Eucaristia?
  • Mi sono accostato alla Comunione avendo sulla coscienza dei peccati mortali senza essermi prima confessato?

Successivamente i quesiti in riferimento ai Dieci Comandamenti:

1. Non avrai altro Dio all’infuori di me.

  • Credo in Dio Padre, nel Figlio e nello Spirito Santo?
  • Ho messo Dio al primo posto tra i valori della mia vita?
  • Come va la mia vita di preghiera? Prego almeno mattina e sera?
  • Qual è il mio rispetto per la Chiesa?
  • Ho partecipato a sedute spiritiche? Sono ricorso a presunti maghi o cartomanti? Credo davvero nell’oroscopo? Sono superstizioso?

2. Non nominare il nome di Dio invano.

  • Ho bestemmiato?
  • “” fatto voti o promesse a Dio e non li ho mantenuti? Ho giurato il falso?
  • Ho fatto affermazioni false o eretiche su Dio?

3. Ricordati di santificare le feste.

  • Ho tralasciato la Santa Messa nella domenica o nelle altre feste di precetto?
  • Ho ostacolato altri (coniuge, figli, amici, colleghi) a partecipare alla Messa?
  • Alla Messa ho indugiato nella distrazione, ho chiacchierato, ho disturbato gli altri?
  • Mi sono liberato dalla fatica del lavoro festivo, godendo della libertà di figlio di Dio?

4. Onora il padre e la madre.

  • Ho amato, rispettato, ubbidito, aiutato i miei genitori secondo le mie possibilità?
  • Da genitore, mi impegno per una vera educazione dei figli, che sia anche cristiana? Veglio sulle loro amicizie, sui loro giochi, sui loro divertimenti? Do ai miei figli un esempio di una vera vita cristiana?
  • Da coniuge, ho rispettato mia moglie/mio marito, anche e soprattutto davanti ai figli?
  • Ho dedicato al coniuge e ai figli tutto il tempo e l’attenzione necessari?
  • Compio i miei doveri di buon cittadino? Ho votato secondo coscienza, in coerenza con i miei principi cristiani?

5. Non uccidere.

  • Ho volontariamento fatto qualcosa che abbia recato danno alla vita fisica, morale o spirituale del prossimo?
  • Ho commesso o consigliato l’aborto, delitto gravissimo contro Dio e contro l’uomo?
  • Rispetto la vita con la moderazione nel cibo, nell’alcol, nel fumo? Fuggo la droga? Sono prudente nel guidare l’automobile, per non mettere in pericolo me stesso o gli altri?
  • Covo rancori? Mi sono adirato?

6. Non commettere atti impuri.

  • Mi sono abbandonato alla lussuria, all’autoerotismo, a perversioni sessuali, all’omosessualità, alla pedofilia?
  • Mi sono soffermato volontariamente in pensieri e desideri poco puliti?
  • Ho commesso adulterio?
  • “” conservato la mia fedeltà alla fidanzata/al fidanzato?
  • Ho rapporti prematrimoniali?
  • “” praticato la contraccezione?
  • Ho letto o guardato riviste, libri, spettacoli osceni?
  • Penso o parlo della donna/dell’uomo come solo oggetto di piacere?

7. Non rubare.

  • Ho sottratto oggetti o denaro di altri o della comunità? Ho riparato o restituito, se ero in grado di farlo?
  • Come datore di lavoro, pago il giusto stipendio ai dipendenti, secondo quanto comanda il Vangelo?
  • Come lavoratore, lavoro lealmente in modo da meritare lo stipendio?
  • Sono onesto nella professione, nel commercio, con i miei clienti?
  • Quello che possiedo l’ho guadagnato onestamente?
  • Sono eccessivamente attaccato al denaro?
  • Sono usuraio?
  • Ho preteso regalie, bustarelle o favori non dovuti?
  • Chiesto raccomandazioni per ottenere vantaggi o privilegi?
  • Frodato lo Stato? Pago con giustizia le tasse?

8. Non dire falsa testimonianza.

  • Sono stato bugiardo, sleale, ingannevole?
  • Ho calunniato o parlato male degli altri?
  • Ho espresso sospetti o giudizi avventati?
  • Con il mio esempio ho insegnato a mentire ai miei figli o ad altri?
  • Con un silenzio colpevole ho coperto fatti delittuosi (omertà)?

9. Non desiderare la donna/l’uomo d’altri.

  • Ho custodito il pudore?
  • Ho guardato altre persone con concupiscenza?
  • Con abiti sconvenienti o con il modo di comportarmi ho voluto suscitare in altre persone desideri ed eccitamenti cattivi?

10. Non desiderare la roba d’altri.

  • Sono invidioso dei beni altrui?
  • Mi lamento di ciò che ho?

Come si svolge la Confessione

Al di là di alcune piccole variazioni, la Confessione si svolge in questo modo:

Sacerdote: Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Tu: Amen.
Sacerdote: Sia lodato Gesù Cristo.
Tu: Sempre sia lodato.

A questo punto puoi dichiarare il tempo della tua ultima confessione e iniziare l’accusa dei tuoi peccati: devi elencare tutti i peccati mortali (diversamente sarebbe un sacrilegio), compresa la loro frequenza, e, volendo, alcuni peccati veniali. Non serve che tu descriva in dettagli particolareggiati il peccato, basta menzionarlo al sacerdote e accusarsene. Se vuoi, puoi aggiungere al termine dell’elencazione questa formula: “Mi accuso ancora di tutti i peccati che non ricordo” (per una dimenticanza in buona fede e non una omissione fatta volontariamente!).

Alcuni consigli: ricorda che ti confessi per accusarti dei tuoi peccati, non per giustificarli. È bene che l’accusa sia breve, chiara, completa e frequente. Non lasciarti prendere dagli scrupoli. Vai dritto al punto, a ciò che è disordine nella tua vita e individua il cruccio più grosso che pesa sulla tua coscienza. Non lasciarti vincere dal timore o dalla vergogna!

Sacerdote: ti darà gli opportuni consigli e la penitenza.
Tu: recita il Gesù d’amore acceso o l’Atto di dolore.
Sacerdote: ti darà l’assoluzione: E io ti assolvo dai tuoi peccati nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
Tu: Amen.
Sacerdote: Sia Lodato Gesù Cristo.
Tu: Sempre sia lodato.

Ricordati di fare la penitenza che ti è stata data dal Sacerdote e di seguire i suoi consigli. Non dimenticare di ringraziare Dio della grande grazia del perdono ricevuto e proponiti di migliorarti per il futuro. E soprattutto pensa sempre a quanto Dio ti ama!

Approfondimento:

preghiamo.org (Fonte)

La Via Crucis del Papa sarà Meditata e Disegnata dai Bambini

Commenti

commenti

Nell'ambito di questo servizio gratuito, potrete ricevere occasionalmente delle nostre offerte da parte di EWTN News ed EWTN. Non commercializzeremo ne affitteremo le vostre informazioni a terzi e potrete disiscrivervi in qualsiasi momento.