I primi miracoli Carlo Acutis “li ha fatti il giorno del funerale”

Photo Cathopic

Ami ChurchPOP?

Ricevi i nostri contenuti GRATIS ogni giorno sulla tua mail!

Oggi, 12 ottobre, festeggiamo il Beato Carlo Acutis! Ricordiamo per l’occasione le parole della mamma Antonia Salzano: i primi miracoli Carlo Acutis “li ha fatti il giorno del funerale”!

La mamma di Carlo è stata intervistata dalla conduttrice Silvia Toffanin a Verissimo. In quell’occasione ha affermato che il figlio “era in Gesù, per Gesù e con Gesù. (…) Io credo che proprio il cuore sia significativo per questo amore che Carlo aveva per la Chiesa, per l’umanità. Credo abbia ben rappresentato come reliquia quello che era l’animo di Carlo”.

La Devozione alla Santa Eucaristia

Antonia ha iniziato a raccontare la vita di Carlo: ordinaria, ma piena di sapore, un sapore che veniva da Cristo. La grandissima devozione di Carlo per l’Eucarestia, la sua intima vicinanza con i senzatetto di Milano, il suo cercare di farsi prossimo, di aiutare, donare, ascoltare.

“(…) ogni persona per lui era un mondo. Anche un semplice ‘ciao’ di Carlo era come una freccia di carità che toccava il cuore delle persone. Il suo grande amore per gli altri non si limitava all’aspetto materiale, ma anche a quello spirituale perché voleva che tutti conoscessero Gesù, che amassero Dio e scoprissero la bellezza di quanto Dio ci ama”.

La Malattia Improvvisa

“Carlo era sano come un pesce, per noi è stato un fulmine a ciel sereno questa sua morte improvvisa. Purtroppo la leucemia che ha colpito Carlo è silente… (…) però era sereno, mai un lamento, quando i medici gli chiedevano ‘soffri?’, rispondeva ‘c’è gente che soffre più di me’. (…) Disse una frase strana ‘offro le mie sofferenze per il Papa, la Chiesa, per non fare il Purgatorio e andare dritto in Paradiso. (…) Quando entrò in ospedale mi disse: ‘mamma io da qui non esco vivo, ma vedrai ti darò tanti segni, stai tranquilla’”.

I primi miracoli Carlo Acutis “li ha fatti il giorno del funerale”

E di segni in effetti ce ne sono stati tantissimi in questi anni, in ogni parte del mondo, fin dal giorno del suo funerale. Una donna invocandolo è guarita da un tumore al seno, un’altra ha ottenuto la grazia della maternità. “La fede aiuta e soccorre in queste situazioni (…) il distacco è sicuramente molto doloroso però noi sappiamo che la morte non è un addio ma un arrivederci” ha concluso Antonia.

I primi miracoli Carlo Acutis “li ha fatti il giorno del funerale”

Approfondimento:

Aleteia (Fonte)

Le testimonianze di chi ha conosciuto Carlo Acutis

Carlo Acutis, la storia del 15enne Cyber-Apostolo dell’Eucarestia

Commenti

commenti

Nell'ambito di questo servizio gratuito, potrete ricevere occasionalmente delle nostre offerte da parte di EWTN News ed EWTN. Non commercializzeremo ne affitteremo le vostre informazioni a terzi e potrete disiscrivervi in qualsiasi momento.