Il Rosario dei Bambini per la pace e l’unità nel mondo

Photo www.millionkidspraying.org

Famiglie, catechisti, maestri sono tutti invitati a pregare il Rosario insieme ai bambini domenica 18 ottobre! Il Rosario dei Bambini per la pace e l’unità nel mondo!

Che cos’è questa campagna di preghiera?

“Lo scopo principale dell’iniziativa è quello di mostrare che la preghiera fiduciosa dei bambini arriva direttamente al cuore di Dio, come una freccia, perciò ha un potere così grande. Per questo la recita del Rosario da parte dei bambini è efficace per la pace e l’unità nelle famiglie, nel loro paese e in tutto il mondo”. Il Rosario si terrà nella giornata di domenica 18 ottobre, mentre per gli asili e le scuole lunedì 19 ottobre.

Come partecipare?

Ci si può registrare attraverso il sito www.millionkidspraying.org e in questo modo unirsi idealmente a tantissimi altri bambini provenienti da ogni parte del mondo. Aiuto alla Chiesa che Soffre si prefigge come obiettivo quello di arrivare ad un milione di bambini connessi; San Pio aveva infatti affermato a tal proposito: “Quando un milione di bambini pregheranno il Rosario, il mondo cambierà”.

E’ poi disponibile sempre sul sito un contatore virtuale e una mappa interattiva che tengono costantemente aggiornato il numero di adesioni e il conseguente numero di bambini che ogni adesione contiene.

Il materiale disponibile

E’ disponibile materiale che aiuta non solo a diffondere l’invito, ma anche a trarre ispirazione da ogni singola partecipazione, come il “kit di preghiera” che illustra la corona del Rosario in modo semplice, offre i testi delle invocazioni e propone il “Rosario gaudioso dei bambini”. Sono anche presenti disegni da colorare per i più piccoli.

La nascita dell’iniziativa

L’idea della campagna è nata nel 2005 a Caracas, la capitale del Venezuela. Alcuni bambini pregavano il Rosario in una edicola votiva lungo la strada, e molte donne presenti hanno percepito la presenza della Vergine. Qui il collegamento alla profezia di san Pio: “Quando un milione di bambini prega il Rosario, il mondo cambierà”. Anche il riferimento all’insegnamento di Gesù è immediato: “In verità io vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli” (Mt. 18,3).

Perché il 18 ottobre?

“Ottobre è tradizionalmente il mese del Rosario e in particolare il 18 è il giorno della festa di San Luca Evangelista. Egli ci ha tramandato la storia dell’infanzia di Gesù e, secondo la tradizione, si dice che sia stato vicina alla Madonna, la Madre di Dio. Per questo è una data particolarmente significativa”.

Il Rosario dei Bambini per la pace e l’unità nel mondo
Approfondimento:

Commenti

commenti