La preghiera di Papa Francesco per essere un Buon Samaritano

Photo Daniel Ibáñez / EWTN News

Ami ChurchPOP?

Ricevi i nostri contenuti GRATIS ogni giorno sulla tua mail!

Domenica scorsa, prima di recitare l’Angelus, il Santo Padre ha meditato su una delle parabole più conosciute del Vangelo. Ecco la preghiera di Papa Francesco per essere un Buon Samaritano!

Davanti ai fedeli in Piazza San Pietro, il Santo Padre ha ricordato la parabola in cui un samaritano si ferma davanti a un uomo aggredito e picchiato, che era stato ignorato prima da un sacerdote e poi da un levita. In seguito Francesco ha proposto una breve preghiera per imparare ad essere compassionevoli, soprattutto con chi soffre e con i più bisognosi.

La preghiera di Papa Francesco per essere un Buon Samaritano

“Seguire Gesù ci insegna ad avere compassione: ad accorgerci degli altri, soprattutto di chi soffre, di chi ha più bisogno. E di intervenire come il Samaritano: non andare oltre, ma fermarsi. (…) chiediamo al Signore di farci uscire dalla nostra indifferenza egoistica e di metterci sulla Via. Chiediamogli di vedere e avere compassione. Questa è una grazia, dobbiamo chiederla al Signore: ‘Signore che io veda, che io abbia compassione, come Tu vedi me e Tu hai compassione di me’.

Questa è la preghiera che oggi suggerisco a voi: Signore che io veda, che io abbia compassione, come Tu vedi me e hai compassione di me’. Che abbiamo compassione di coloro che incontriamo lungo il cammino, soprattutto di chi soffre ed è nel bisogno, per avvicinarci e fare quello che possiamo per dare una mano.

Tante volte, quando mi trovo con qualche cristiano o cristiana che viene a parlare di cose spirituali, io domando se fa l’elemosina. ‘Sì’, mi dice – ‘E, dimmi, tu tocchi la mano della persona alla quale dai la moneta?’ – ‘No, no, la butto lì.’ – ‘E tu guardi gli occhi di quella persona?’ – ‘No, non mi viene in mente.’ Se tu dai l’elemosina senza toccare la realtà, senza guardare gli occhi della persona bisognosa, quella elemosina è per te, non per lei. Pensa a questo: ‘Io tocco le miserie, anche quelle miserie che aiuto? Io guardo gli occhi delle persone che soffrono, delle persone che aiuto?’ Vi lascio questo pensiero: vedere e avere compassione.

Approfondimento:

Aciprensa (Fonte)

Vatican.va (Fonte)

3 Cose che Puoi Fare appena ti Svegli per Essere Santo

Commenti

commenti

Nell'ambito di questo servizio gratuito, potrete ricevere occasionalmente delle nostre offerte da parte di EWTN News ed EWTN. Non commercializzeremo ne affitteremo le vostre informazioni a terzi e potrete disiscrivervi in qualsiasi momento.