La storia della Beata Vergine Maria del Rosario

Photo Vatican News

Questa devozione Mariana è da collegare alla vittoria di Lepanto del 1571, che ha arrestato la grande espansione dell’impero ottomano. Ecco la storia della Beata Vergine Maria del Rosario!

Chi ha partecipato alla battaglia di Lepanto

La battaglia navale di Lepanto ha avuto luogo durante la guerra di Cipro. Era il 7 ottobre 1571 quando le flotte musulmane dell’Impero ottomano si sono scontrate con quelle della Lega Santa. Quest’ultima contava la Repubblica di Venezia, l’Impero spagnolo (con il Regno di Napoli e di Sicilia), lo Stato Pontificio, la Repubblica di Genova, i Cavalieri di Malta, il Ducato di Savoia e di Urbino e il Granducato di Toscana. Anche la Repubblica di Lucca, pur non avendo navi coinvolte, ha aiutato con denaro e materiali per l’armamento.

L’origine della festa dopo il trionfo

Prima della partenza San Pio V ha benedetto lo stendardo rosso con il Crocifisso posto fra gli apostoli Pietro e Paolo e sormontato dal motto costantiniano In hoc signo vinces. Il simbolo, insieme all’immagine della Madonna e la scritta S. Maria succurre miseris, issato sulla nave ammiraglia Real, sarà l’unico a sventolare in tutto lo schieramento cristiano. Durante il combattimento si recitava il Santo Rosario. Il trionfo è stato attribuito all’intercessione della Vergine Maria. Per questo San Pio V, nel 1572, ha istituito la festa di Santa Maria della Vittoria, trasformata da Gregorio XIII in «Madonna del Rosario».

Il ringraziamento alla Madonna di Loreto

Da quel momento si comincerà ad usare il titolo di Auxilium Christianorum, dato che i reduci vittoriosi passavano per Loreto a ringraziare la Madonna.

I forzati infatti, dopo lo sbarco a Porto Recanati, sono andati in processione alla Santa Casa, dove hanno offerto le loro catene alla Madonna. Lo stendardo della flotta invece è stato donato alla chiesa di Maria Vergine a Gaeta.

La protezione della Madonna contro eresie e guerre nella storia

Nel 1212 san Domenico di Guzman, durante la sua permanenza a Tolosa, ha visto la Vergine Maria che gli ha consegnato il Rosario, come risposta ad una sua preghiera per sapere come combattere l’eresia albigese. Il Santo Rosario quindi è diventato l’orazione più diffusa anche per contrastare le eresie.

Per quanto riguarda le guerre e battaglie l’intervento divino si era già manifestato non solo a Lepanto, ma anche a Poitiers, nell’ottobre 732, e lo farà a Vienna nel settembre 1683. Tutte e tre le vittorie infatti sono state imputate, oltre al valore dei combattenti, anche e soprattutto all’intervento della Madonna.

La storia della Beata Vergine Maria del Rosario

Approfondimento:

santiebeati.it (Fonte)

Janina, la giovane “martire del Rosario”

 

Commenti

commenti