Le Donne con il titolo Dottore della Chiesa

Photo Wikimedia, ChiesadiMilano, Canosaweb.it, La Stampa

Tante donne nel corso della storia si sono distinte per santità, amore e servizio a Dio, ma pochissime di loro si sono guadagnate il ​​titolo “Dottore della Chiesa”. Le conosci?

Il titolo “Dottore della Chiesa”

La Chiesa conferisce questo titolo a tutti coloro che, attraverso la loro vita o le loro opere, hanno fatto progredire la conoscenza della nostra Fede da parte della Chiesa. Questo può avvenire attraverso lo studio, la ricerca, la scrittura, ma anche attraverso la riflessione o la divulgazione.

Le Donne con il titolo Dottore della Chiesa

Ci sono solo quattro donne Dottore della Chiesa: Santa Teresa d’Avila e Santa Caterina da Siena, dichiarate tali da Papa Paolo VI nel 1970. Santa Teresa di Lisieux invece ha ottenuto il titolo grazie a San Giovanni Paolo II nel 1997, mentre Santa Ildegarda di Bingen è stata dichiarata Dottore da Benedetto XVI nel 2012.

Santa Teresa d’Avila

Teresa d’Avila (Avila, Spagna 1515 – 1582) è la patrona delle malattie del corpo e dei mal di testa, la sua festa è il 15 ottobre. Questa monaca, scrittrice e mistica carmelitana è stata la grande riformatrice dell’Ordine Carmelitano. Il suo titolo ufficiale è “Doctor Orationis”.

Ecco che cosa ha affermato nell’omelia Papa Paolo VI nel 1970:

“Era già ammessa, si può dire per consenso unanime, questa prerogativa di Santa Teresa, di essere madre, d’essere maestra delle persone spirituali. Una madre piena d’incantevole semplicità, una maestra piena di mirabile profondità. Il suffragio della tradizione dei Santi, dei Teologi, dei Fedeli, degli studiosi le era già assicurato; noi lo abbiamo ora convalidato, facendo in modo che, ornata di questo titolo magistrale, ella abbia una più autorevole missione da compiere, nella sua Famiglia religiosa e nella Chiesa orante e nel mondo, con un suo messaggio perenne e presente: il messaggio dell’orazione”.

Santa Caterina da Siena

Santa Caterina da Siena (Italia, 1347 – 1380) è stata una suora domenicana, teologa, filosofa e mistica. E’ la compatrona d’Italia, Roma e d’Europa, la sua festa è il 29 aprile. Santa Caterina ha poi difeso fermamente la Chiesa e il Papa, soprattutto in un periodo in cui sono sorti molti conflitti contro quest’ultimo.

Ricordiamo le parole contenute nell’omelia di Papa Paolo VI:

“Ai Cardinali, poi, a molti Vescovi e sacerdoti, essa rivolge pressanti esortazioni, né risparmia forti rimproveri, sempre però in tutta umiltà e rispetto per la loro dignità di ministri del Sangue di Cristo”.

(…)

“Come poi non ricordare l’opera intensa, svolta dalla Santa per la riforma della Chiesa? È principalmente ai sacri Pastori che essa rivolge le sue esortazioni, disgustata di santo sdegno per l’ignavia di non pochi di loro, fremente per il loro silenzio, mentre il gregge loro affidato andava disperso ed in rovina. ‘Ohimé, non più tacere! Gridate con cento migliaia di lingue, scrive ad un alto prelato. Veggo che, per tacere, il mondo è guasto, la Sposa di Cristo è impallidita, toltogli il colore, perché gli è succhiato il sangue da dosso, cioè il Sangue di Cristo’ (Lettera 16 al card. di Ostia, a cura di L. Ferretti, I, 85)”.

Santa Teresa del Bambin Gesù

Santa Teresa (Francia, 1873 – 1897) è entrata nel chiostro carmelitano come postulante all’età di 15 anni e all’epoca desiderava molto essere missionaria, per questo è proprio la patrona dei missionari. La sua festa è il 1° ottobre.

Cosa ha affermato San Giovanni Paolo II:

“Gesù stesso le mostrò in quale modo avrebbe potuto vivere tale vocazione: praticando in pienezza il comandamento dell’amore, si sarebbe immersa nel cuore stesso della missione della Chiesa, sostenendo con la forza misteriosa della preghiera e della comunione gli annunciatori del Vangelo. Ella realizzava così quanto è sottolineato dal Concilio Vaticano II, allorché insegna che la Chiesa è, per sua natura, missionaria (cfr Ad gentes, 2). Non solo coloro che scelgono la vita missionaria, ma tutti i battezzati, sono in qualche modo inviati ad gentes. Per questo ho voluto scegliere l’odierna domenica missionaria per proclamare Dottore della Chiesa universale Santa Teresa di Gesù Bambino e del Volto Santo: una donna, una giovane, una contemplativa”.

Santa Ildegarda di Bingen

Santa Ildegarda di Bingen (Germania, 1098 – 1179) era una monaca benedettina, mistica e teologa. Ha lavorato anche in medicina e scienze naturali, la sua festa è il 17 settembre. San Giovanni Paolo II l’ha definita “luce per il suo popolo e per il suo tempo”.

Cosa ha detto Benedetto XVI:

“Perciò l’attribuzione del titolo di Dottore della Chiesa universale a Ildegarda di Bingen ha un grande significato per il mondo di oggi e una straordinaria importanza per le donne. In Ildegarda risultano espressi i più nobili valori della femminilità: perciò anche la presenza della donna nella Chiesa e nella società viene illuminata dalla sua figura, sia nell’ottica della ricerca scientifica sia in quella dell’azione pastorale. La sua capacità di parlare a coloro che sono lontani dalla fede e dalla Chiesa rendono Ildegarda una testimone credibile della nuova evangelizzazione”.

Le Donne con il titolo Dottore della Chiesa. Santa Teresa d’Avila, Santa Caterina da Siena, Santa Teresa di Lisieux e Santa Ildegarda di Bingen pregate per tutte le donne!

Approfondimento: 

Church Pop (Fonte)

Solo 7 donne al mondo possono vestirsi di bianco quando incontrano il Papa. Ecco perché:

Commenti

commenti