Papa Francesco beatificherà la bambina brasiliana “Eroina della Castità”

Papa Francesco ha riconosciuto il martirio di una bambina brasiliana “eroina della castità”.

Si chiama Benigna Cardoso da Silva, ha solo 13 anni, e sarà uno dei volti nuovi che si aggiungeranno alla galassia dei giovani santi della Chiesa.

Benigna nacque il 15 ottobre 1928 a Santana do Cariri. Il 24 ottobre 1941, a soli 13 anni, fu uccisa per essersi rifiutata di fare sesso con un adolescente.

Benigna era andata a cercare acqua a pochi metri da casa sua, come era solito fare allora. Giunta sulla sponda del fiume fu raggiunta da Raúl Alves, che la colpì con un machete dopo che Benigna aveva tentato di opporsi ai suoi tentativi di stupro.

Quando fu assassinata, secondo quanto riportato da Vatican News, P. Cristiano Coelho Rodrigues, che fu il direttore spirituale della ragazza, scrisse la seguente nota accanto al certificato di Battesimo di Benigna: “Morì da martire alle 4 del pomeriggio del 24 Ottobre 1941. “Eroina della castità, possa la sua anima santa convertire i parrocchiani e servire da protezione per i bambini e le famiglie della parrocchia. Questi sono i voti che faccio alla nostra piccola santa “, ha aggiunto.

Da allora, la devozione a Benigna è aumentata. Nel 2004 è iniziato il pellegrinaggio della “Bambina Benigna”, che si svolge ogni anno dal 15 al 24 ottobre è entrata quest’anno a fare parte del calendario ufficiale dello Stato del Ceará.

Il vescovo di Crato, Mons. Gilberto Pastana, ha espresso la gioia della Chiesa in Brasile.

Secondo la diocesi di Crato, una messa verrà celebrata il 21 ottobre alle 17:00, nella cattedrale di Nossa Senhora da Penha, “per lodare un evento di così grande portata”.

Parlando al sito di O Povo, il pastore di Santana do Cariri, P. Paulo Lemos ha affermato che la beatificazione di Benigna è molto importante “perchè conferma il fatto che una santa di Dio vivesse proprio qui viveva qui e potrà essere elevata agli onori degli altari”.

Commenti

commenti