Coronavirus, sacerdote offre confessioni “on the road” mentre le chiese chiudono negli USA

Virna Flores, Facebook / @FrScottHolmer, Twitter / ChurchPOP

Don Scott Holmer, sacerdote della Chiesa di St. Edward the Confessor, a Bowie, nello stato del Maryland, offre confessione ai conducenti dopo che l’Arcidiocesi di Washington ha deciso di sospendere tutte le messe pubbliche, a partire dal 14 marzo 2020.

Padre Holmer, in una dichiarazione rilasciata sul sito web della parrocchia, ha annunciato una iniziativa molto particolare, frutto della creatività pastorale nata dopo l’emergenza Coronavirus: offrire confessioni quotidiane durante il periodo in cui si celebra normalmente la Messa.

Il confessionale per i guidatori

Dal momento che non posso garantire la sicurezza ai fedeli aprendo la Chiesa al pubblico ho creato un “confessionale per i guidatori.”. Ascolterò le confessioni nel parcheggio della Chiesa per mantenere una distanza di almeno 2 metri, mentre i penitenti possono tranquillamente rimanere nella loro auto”, ha detto Padre Holmer.

Il sacerdote ha informato i fedeli che un seminarista, Joseph McHenry, dirigerà il traffico per non creare scompiglio nella zona.

“Sarà una Quaresima unica”, afferma Padre Holmer. “Credo che il Signore ci stia invitando a preoccuparci di più per il bene dell’altro e ci offre l’opportunità di fare più sacrifici. Ci aspetta una profonda penitenza quaresimale.”

Ecco lo scatto diventato virale:

Preghiamo affinché il Coronavirus cessi di propagarsi e per la salute di tutte le persone che in questo momento si ritrovano a combattere contro il COVDI-19!

Commenti

commenti