“Voglio essere Santo”: la Storia del Ragazzo cieco che canta alla Madonna

Photo Desde de la fe

Ami ChurchPOP?

Ricevi i nostri contenuti GRATIS ogni giorno sulla tua mail!

Joel è diventato famoso grazie ad un video, diventato presto virale, condiviso dall’Arcidiocesi Primate del Messico! “Voglio essere Santo”: la Storia del Ragazzo cieco che canta alla Madonna!

In un bellissimo articolo scritto sul sito Desde la fe, Lucina, la madre di Joel, ha raccontato di aver sposato il padre del ragazzo, 13 anni fa. Il suo sogno era avere un figlio, ma due anni dopo un medico le ha detto che non poteva diventare mamma. Lucina si è prostrata quello stesso giorno davanti a Gesù e gli ha detto: “Signore, se credi che potrei essere una buona madre e mio marito un buon padre, concedimi un figlio, il migliore che hai lassù, concedimelo per favore”.

Tre mesi dopo è rimasta incinta, ma al suo sesto mese di gravidanza, le è stata diagnosticata l’eclampsia, ragion per cui il parto è stato prematuro. Joel pesava appena 900 grammi e non hanno tardato a manifestarsi complicazioni di salute. Due mesi dopo, il medico ha scoperto che il ragazzo era cieco.

Lucina si è quindi recata alla Cattedrale di Toluca e ai piedi di Gesù ha pregato: “Signore, mio ​​figlio è tuo, lo affido alle tue cure; ma se me lo prendi dammi la forza, perché le mie braccia saranno vuote”. Per la seconda volta il Signore ha ascoltato le sue preghiere.

“Voglio essere Santo”: la Storia del Ragazzo cieco che canta alla Madonna

Dal suo concepimento, Joel ha cambiato la vita dei suoi genitori. Lucina ricorda che quando aveva 3 anni, il ragazzo ha affermato: “Mamma, voglio essere santo’”. Sorpresa dalla dichiarazione, lei ha risposto: “Ebbene, chiedi a Dio che ti illumini la strada e dammi la forza di guidarti”.

“Abbiamo perso tutto per poter curare Joel: abbiamo venduto l’auto, poi la casa, i mobili. Non ci resta niente. (…) ma sono rimasta con mio figlio e ora me lo godo come nessuno immagina”. Oggi Joel ha 11 anni, ama cantare e serve come chierichetto nella Parrocchia di San Pietro Apostolo a Città del Messico. Lucina è immensamente grata a Dio per il dono che le ha fatto, ma allo stesso tempo ha ancora una piccola richiesta che include ogni giorno nelle sue preghiere:

“Signore, ti prego, in quanto miglior orologiaio, quando hai un po’ di tempo, guarisci a poco a poco gli occhi di mio figlio, affinché in lui si manifesti la tua gloria. Ma se questa non è la tua volontà, ti chiedo solo di non togliermi la vita ora, ma quando Joel sarà un uomo realizzato, buono e forte”.

Approfondimento:

Video Desde la fe (Fonte)

Church Pop (Fonte)

Quando l’Ecografia Ricamata ha consentito al Papà cieco di “vedere” il Bambino

Commenti

commenti

Nell'ambito di questo servizio gratuito, potrete ricevere occasionalmente delle nostre offerte da parte di EWTN News ed EWTN. Non commercializzeremo ne affitteremo le vostre informazioni a terzi e potrete disiscrivervi in qualsiasi momento.